Viaggiare in Irlanda nel 2021 col green pass

Viaggiare in Irlanda nel 2021 è possibile con il green pass. Col passaporto vaccinale UE Covid, dal 19 luglio 2021 l’Irlanda riapre ai turisti. Ecco i dettagli

visitare l'irlanda col green pass

Finalmente è ufficiale. Secondo quanto deciso dal governo irlandese, si potrà nuovamente viaggiare in Irlanda nel 2021. Precisamente, a partire dal 19 luglio 2021 si potrà andare in Irlanda per turismo e non più solo per motivi essenziali. I turisti e i viaggiatori possono così recuperare il tempo perduto ed essere accolti nuovamente dagli irlandesi da metà luglio, ancora in tempo per godersi l’estate sull’isola di smeraldo.

Questa notizia permette, dopo diversi mesi, di tornare a prenotare dei voli per Dublino (con AerLingus e Ryanair) con una certa sicurezza.

In accordo con le politiche di Bruxelles, andare in Irlanda nel 2021 è possibile col green pass Ue, ossia il passaporto sanitario e vaccinale (EU Digital Covid Certificate), che assicura di viaggiare in tutti i paesi dell’Unione Europea.

I viaggi d’estate in Irlanda sono quindi salvate in extremis, e muoversi con il green pass significa che, quando arrivi nella Repubblica d’Irlanda, non dovrai essere sottoposto a tampone o a quarantena.

Le regole sono semplici. Dal 19 luglio 2021, un viaggiatore europeo che desideri visitare l’Irlanda potrà farlo, a condizione di esibire il green pass. Questo passaporto sanitario, che può essere in formato cartaceo o digitale, attesta che:

  • il viaggiatore è stato completamente vaccinato, quindi ha ricevuto le dosi previste di vaccino anti Covid-19, oppure,
  • il viaggiatore ha fatto un tampone RT-PRC con esito negativo nelle 72 ore precedenti la partenza, oppure,
  • il viaggiatore ha avuto il Covid-19 da meno di 9 mesi ed è quindi considerato immune dopo la guarigione dal virus.

Tutto questo ovviamente permette di visitare l’Irlanda nel 2021 secondo chiari protocolli di sicurezza.

In concreto, i viaggiatori che arrivano dall’Italia con il green pass non devono più fare la quarantena una volta atterrati a Dublino. Tuttavia, se non hanno il passaporto vaccinale, o se esso mostra un risultato negativo ad un test non RT-PCR (come un test dell’antigene per Covid-19), devono avere un certificato sostituivo come l’esito negativo di un tampone RT-PCR effettuato entro 72 ore prima dell’arrivo sul suolo irlandese.

Anche i bambini tra i 7 e i 18 anni che fanno un viaggio in Irlanda e che non sono stati vaccinati devono avere fatto un tampone RT-PCR per SARS-CoV-2, con esito negativo, nelle 72 ore precedenti all’arrivo.

Grazie alle nuove linee guida sugli allentamenti delle restrizioni per il contenimento della pandemia, l’isola di smeraldo riapre i suoi hotel dal 2 giugno e i suoi pub e ristoranti ritornano ad ospitare le persone al chiuso dal 5 luglio. I musei sono già aperti e la maggior parte delle attrazioni turistiche sarà in grado di accogliere i viaggiatori internazionali entro il 19 luglio 2021. Le uniche regole saranno: indossare la mascherina e rispettare la distanza di sicurezza interpersonale.

Il desiderio di moltissimi turisti e non solo di poter tornare o andare a Dublino, a Cork, a Galway, … per la prima volta, per una vacanza o per riabbracciare amici e familiari, si sta finalmente concretizzando. Sta quindi arrivando anche per te il momento di organizzare e gustarti in tutta libertà un viaggio in Irlanda nel 2021!

Attenzione alle regole in essere per viaggiare in Irlanda prima del 19 luglio 2021.


Per essere aggiornato sui nuovi articoli, per informazioni utili al tuo viaggio e alla tua permanenza in Irlanda o semplicemente per godere di immagini dell’isola di smeraldo, segui la pagina Facebook di Irlanda per ItalianiSláinte!!!  🍻

Condividi con chi vuoi