Documenti necessari per andare in Irlanda

Carta d’identità e/o passaporto. Ecco tutti i documenti necessari che servono, e quelli no, per andare in Irlanda e anche per visitare l’Irlanda del Nord.

documenti per andare in irlanda

Quali sono documenti necessari per andare in Irlanda? Se ti stai ponendo questa domanda, significa che stai organizzando un viaggio o hai intenzione di volare a Dublino per visitare la Repubblica d’Irlanda, e magari Belfast e l’Irlanda del Nord.

I cittadini italiani, in quanto cittadini europei, hanno il diritto di muoversi liberamente nel territorio dell’Unione Europea senza alcuna restrizione. Possono quindi recarsi liberamente in territorio irlandese, che fa parte anch’esso dell’Unione Europea, senza visto d’ingresso. Quindi, per visitare l’Irlanda è necessario avere con sé il passaporto o semplicemente la carta d’identità valida per l’espatrio. Entrambi i documenti devono essere in corso di validità, ossia non devono essere scaduti al momento della partenza, tantomeno alla data di ritorno in Italia.

L’unica particolarità e che l’Irlanda, sia Repubblica che Irlanda del Nord, non è compresa nello spazio Schengen. Schengen è l’accordo mediante il quale un insieme di Stati ha abolito i controlli sui movimenti delle persone. Detto ciò, la sola formalità che si ha quando si vola a Dublino o a Belfast, o quando si ritorna in Italia, è mostrare il proprio documento alla polizia di frontiera che si trova negli aeroporti. La conseguenza è solo un po’ di rallentamento nelle operazioni di uscita dalle aerostazioni.

L’Irlanda del Nord, essendo parte del Regno Unito, in seguito alla Brexit non è più un territorio dell’Unione Europea, per cui le regole che valgono per l’ingresso nella Repubblica d’Irlanda non sono identiche. Tuttavia, la questione del backstop irlandese, ossia il progetto di accordo che mira ad evitare di ristabilire, come in passato, un confine fisico tra la Repubblica d’Irlanda e l’Irlanda del Nord, è stato raggiunto.

Salvo diverse future indicazioni dal governo di Londra, anche i cittadini dell’Unione Europea, e quindi gli italiani, possono recarsi in Irlanda del Nord, senza richiedere un visto. È solo necessario avere il passaporto (la carta d’identità potrebbe essere un problema!) non scaduto. Tuttavia, quando si attraversa la frontiera tra la Repubblica d’Irlanda e l’Irlanda del Nord, l’avere con sé il passaporto è una pura formalità, poiché non è necessario esibirlo. Infatti, non esiste alcuna dogana e alcun controllo per passare tra i due Stati dell’isola e il confine è come se fosse perennemente aperto o non esistesse.

Informazioni complementari e consigli utili per viaggiare e andare in Irlanda

Malgrado quanto si legga in numerose guide, non è necessario richiedere un permesso di soggiorno per lavorare o studiare in Irlanda (Repubblica), anche se si rimane per più di 90 giorni. Per quanto riguarda l’Irlanda del Nord, la situazione è ancora incerta. Prima di recarsi in Irlanda del Nord per studio o per lavoro, è bene rivolgersi anticipatamente alle rappresentanze diplomatiche nordirlandesi in Italia, ossia all’Ambasciata del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord.

La patente di guida e il tesserino del codice fiscale non sono documenti validi per l’espatrio, non sono pertanto riconosciuti per andare in Irlanda.

Verifica sempre la validità dei documenti d’identità e fai attenzione al fatto che le carte d’identità cartacee, rinnovate tramite l’apposizione di un timbro, potrebbero non essere accettate alla dogana.

Durante i tuoi spostamenti all’interno dell’Irlanda non è obbligatorio tenere con te un documento di riconoscimento. Tuttavia, in caso di eventuali controlli da parte delle Forze dell’Ordine, potrebbe essere chiesta l’esibizione del passaporto o della carta d’identità. In mancanza, ti potrà essere domandato di presentare un documento entro 12/24 ore.

Prima di partire, è consigliabile fotocopiare tutti i documenti che porti con te. Tieni una copia durante il viaggio e consegnane un’altra a qualcuno di tua fiducia in Italia. In caso di perdita o di furto degli originali, sarà più semplice trovare una soluzione presso le autorità consolari.

Dall’Italia all’Irlanda è consentito portare somme di denaro in contante fino a 6.348,69 €, senza incorrere in alcun tipo di problema o controllo.

Durante un viaggio in Irlanda si possono inoltre portare i seguenti quantitativi massimi: 800 sigarette, 1 Kg di tabacco, 10 L di bevande alcoliche con tasso superiore al 22%, 20 L di bevande alcoliche con tasso inferiore al 22%, 90 L di vino (di cui 60 L di vino frizzante), 110 L di birra. Ai minori di 17 anni non è consentito il trasporto né di tabacco, né di bevande alcoliche.

Condividi con chi vuoi