Irlanda del Nord, informazioni generali

L’Irlanda del Nord, con capitale Belfast, è una nazione che si trova nell’isola d’Irlanda e fa parte giuridicamente del Regno Unito.

La proclamazione dell’Indipendenza irlandese dal Regno Unito, risalente al 1922, ha coinvolto 26 contee su 32. 6 contee rimasero sotto il dominio della corona inglese, formando la nazione denominata ‘Irlanda del Nord’, con capitale Belfast.

Oggi, l’Irlanda del Nord non è uno stato indipendente e sovrano, ma una delle quattro nazioni costitutive (con l’Inghilterra, il Galles e la Scozia) del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord. A seconda dei contesti, oltre a ‘nazione’, è considerata anche ‘regione’ e/o ‘provincia’.

In questo angolo d’Irlanda, nel corso del tempo, per molti anni, ci furono numerose e feroci tensioni (troubles), che hanno assunto il carattere di un vero e proprio conflitto etnico-nazionalista, vedendo contrapposti gli Unionisti (filo britannici e tendenzialmente protestanti) e i Nazionalisti (filo repubblicani e principalmente cattolici).

Le violenze cessarono grazie a un lungo processo di pace che si concluse con l’Accordo del Venerdì Santo, firmato il 10 aprile 1998. Questo accordo prevede, in primis, che le persone nate in Irlanda del Nord hanno il diritto di richiedere la cittadinanza irlandese ed ottenere così il passaporto rilasciato dalla Repubblica d’Irlanda.

Non c’è un confine fisico che separa l’Irlanda del Nord con la Repubblica d’Irlanda. Le persone possono transitare liberamente da uno Stato all’altro senza essere sottoposte a controlli. Questo anche dopo la Brexit, pur con le dovute accezioni che i cittadini europei (tranne gli irlandesi) devono conoscere per recarsi in Irlanda del Nord.

La superficie dell’Irlanda del Nord è di 13.843 km² (poco più grande della Campania) e la popolazione è di circa 1.800.000 abitanti (di poco inferiore alla Calabria) e la gran parte di essa, circa 650.000, vive nell’area urbana di Belfast.

C’è un netto contrasto tra l’est e l’ovest del paese, con un entroterra poco popolato e la costa più urbanizzata.

Il gaelico, che riveste solo un’importanza culturale, non è la lingua ufficiale dell’Irlanda del Nord. Pertanto, a differenza della Repubblica d’Irlanda, i cartelli stradali e le comunicazioni ufficiali non sono bilingue, ma esclusivamente in inglese.

L’economia nordirlandese, provata fortemente dai disordini susseguitisi per decenni, ha cercato di rialzare la testa, anche se soffre di una vera e propria deindustrializzazione, soprattutto riguardante il settore navale e tessile.
La produzione industriale è passata dal 32% al 17% del PIL. Oggi, gli impieghi nel terziario costituiscono circa il 75% della popolazione attiva e hanno in parte compensato le perdite industriali.
L’allevamento e l’agricoltura occupano il 7% dei lavoratori e incidono sull’economia per il 2,4%.
Il turismo è diventato importante per l’economia dell’Irlanda del Nord. È aumentato notevolmente nel corso degli ultimi anni, portando dinamismo alla regione.

L’Irlanda del Nord non ha una bandiera nordirlandese ufficiale. La bandiera britannica dell’Union Jack rappresenta la nazione, anche se ciò crea numerose tensioni, tant’è che è persino raro che venga esposta negli edifici pubblici.

Il 48% dei nordirlandesi è di religione protestante, mentre il 45% di religione cattolica. L’ovest della regione è tendenzialmente più cattolico, invece l’est è indicativamente protestante.
Si stima che nei prossimi anni il numero dei cattolici supererà quello dei protestanti.

I cittadini stranieri che vivono in Irlanda del Nord sono principalmente polacchi (circa 18.000), lituani (circa 13.000), indiani (circa 6.000) e filippini (circa 5.000). La presenza di italiani in Irlanda del Nord è ufficialmente di circa 1500 persone.

L’Irlanda del Nord

  • NOME UFFICIALE: Northern Ireland (in inglese)
  • FORMA DI GOVERNO: monarchia costituzionale parlamentare (con sistema parlamentare devoluto)
  • LINGUA UFFICIALE: inglese
  • VALUTA: sterlina inglese (£)
  • CAPITALE: Belfast
  • ABITANTI: 1.858.540 (2015)
  • PIL: 53.262 milioni di € (dati 2015)
  • PIL PRO CAPITE: 28.800 € (dati 2015)
  • FUSO ORARIO: UTC+0 (-1 ora rispetto all’Italia)
  • UNITÀ DI MISURA: sistema metrico decimale (pollici, libbre, pinte, miglia, Fahrenheit, …)
  • PREFISSO TELEFONICO: 0044
  • TARGA AUTOMOBILISTICA: GB

L’Irlanda del Nord (Regno Unito) non è più membro UE dal 01/02/2020 Irlanda del Nord e la Brexit
L’Irlanda del Nord (Regno Unito) non appartiene all’area Schengen

Le città principali dell’Irlanda del Nord

maggiori città irlanda del nord

Come nella Repubblica d’Irlanda, anche nell’Irlanda del Nord le città sono di piccole dimensioni. Nella maggior parte dei casi è sicuramente più corretto parlare di villaggi, anziché di città.
Alcune delle città più grandi, importanti e famose dell’Irlanda del Nord sono:

Belfast (Béal Feirste)   328.937
Derry
(Doire) Londonderry   83.125
Lisburn (Lios na gCearrbhach)  45.410
Newry (Iúr Cinn Trá)   26.893
Armagh (Árd Macha)   14.749

Dati sulla popolazione – censimento del 2011

 

Condividi con chi vuoi